«La regola secondo me è: quando sei a un bivio e trovi una strada che va in su e una che va in giù, piglia quella che va in su. È più facile andare in discesa, ma alla fine ti trovi in un buco. A salire c’è più speranza.» Tiziano Terzani

Articoli con tag ‘Nicola Gomirato’

Autori Asperger raccontano personaggi Asperger

Sei personaggi in cerca di autismi, Per Noi Autistici, 7 febbraio 2018

Per la prima volta la vita di personaggi con Sindrome di Asperger non viene raccontata da medici, psichiatri o storici, bensì da autori essi stessi Asperger.

In “Sei personaggi in cerca di Autismi”, infatti, sei autori Asperger si incontrano per riscrivere la storia di altrettanti sei nomi noti e che hanno segnato la storia della filosofia, della medicina, della fisica e della musica.

Sei voci narranti, quindi, che vivono quotidianamente le stesse sensazioni e condividono i modi di essere dei personaggi raccontati. Sei voci narranti che riconoscono in sé stessi lo stesso sguardo sul mondo di quei personaggi che li hanno preceduti e di cui oggi raccontano.

Il libro, in distribuzione dal 18 febbraio (in occasione della “Giornata mondiale della Sindrome Asperger”) è stato curato da Paolo Cornaglia Ferraris, medico, giornalista e saggista specializzato in pediatria ed emato-oncologia. È stato lui a dirigere i contributi dei sei autori che hanno scelto, ciascuno, un personaggio del passato da analizzare sotto una prospettiva completamente inedita.

Giorgio Gazzolo, Nicola Gomirato, Luca Pani, Claudio Ughetto, Enrico Valtellina e David Vagni hanno dedicato le loro pagine a personaggi che hanno segnato il mondo della musica (Wolfagang Amadeus Mozart e Glenn Gould), della medicina (Santiago Felipe Ramón y Cajal), della filosofia (Simon Weil, Josef Shovanec e Michail Bachtin), della fisica (Richard Feynman) e della sociologia (Erving Goffman).

“Quando le persone celebri svelano alcuni aspetti della loro vita autistica, fanno a tutti un favore, facendo crescere la consapevolezza su problemi e cause di aspetti poco chiari dell’autismo, sui quali ancora molto si polemizza”, scrive nella sua prefazione Paolo Cornaglia Ferraris. “La storia di persone con autismo, diventate famose, mai diagnosticate oppure identificate come tali da adulte, può aiutare a capire”.

Oggi – finalmente – la percezione dell’autismo è cambiata grazie a Leo Kanner che nel 1944, per primo, distinse le varie forme di autismo. Prima di lui, per i medici non esisteva l’autismo e le persone colpite dalla sindrome erano considerate malate di mente. Venivano così confuse tra isterici, dementi, schizofrenici, bipolari o maniaco depressivi. Negli ultimi anni però la diagnosi è cambiata, migliorata. Vengono riconosciuti moltissimi autismi, nel loro insieme denominati disturbi dello Spettro Autistico. Ma, se da una parte le conoscenze scientifiche aumentano, rimane ancora confusa la conoscenza della materia. Manca una cultura, soprattutto nell’opinione pubblica, riguardo complessità dello Spettro.

Raccontare la Sindrome di Asperger di noti personaggi tramite sei scrittori Asperger renderà sicuramente diversa la percezione dell’autismo. E ci ricorda come tantissimi protagonisti della storia, colpiti dalla Sindrome di Asperger, abbiano dato importanti contributi all’umanità. Nel libro, infatti, vengono ricordate (tra le altre) le storie del fisico Albert Einstein, dello scrittore Lewis Carroll, dello scienziato Isaac Newton, del terzo presidente Usa Thomas Jefferson e del genio artistico di Michelangelo Buonarroti.

Gli autori

Paolo Cornaglia Ferraris – Medico, giornalista e saggista, specializzato in pediatria ed emato-oncologia

Giorgio Gazzolo – Medico in pensione. Ha esercitato attività nella Medicina del Territorio in contatto con singoli operatori ed équipe psicopedagogiche

Nicola Gomirato – Compositore ed esecutore polistrumentista

Luca Pani – Medico psichiatra, professore universitario presso il Dipartimento di Psichiatria e Scienze Comportamentali – Università di Miami (USA)

Claudio Ughetto – Scrittore

Enrico Valtellina – Si occupa di Disability Studies (con particolare attenzione per le disabilità relazionali senza compromissione cognitiva) e di storia della psichiatria. Collabora con la cattedra di Psicologia dinamica presso l’Università di Bergamo

David Vagni – Ricercatore del CNR-ISASI di Messina, dottore in Fisica e in Psicologia, dottorando in Scienze dell’Apprendimento. Vicepresidente e fondatore dell’Associazione Spazio Asperger ONLUS

Fonte

SEI PERSONAGGI IN CERCA DI AUTISMI a cura di Paolo Cornaglia Ferraris

Per la medicina ufficiale l’autismo “nasce” nel 1943, anno in cui Leo Kanner per primo descrisse e provò a sistematizzare i tratti che accomunavano le persone autistiche. L’intuizione di Kanner ha molto giovato alla comprensione della vita delle persone con autismo, fino ad allora mai diagnosticate o identificate come tali solo in età adulta. Non è un caso che, negli ultimi settant’anni, la “diagnosi retrospettiva” su personaggi famosi sia diventata quasi un genere letterario a sé stante. Le vite e il genio di Isaac Newton, Lewis Carroll, Michelangelo Buonarroti, Charles Darwin o Albert Einstein, solo per citarne alcuni, sono stati ricondotti a varie forme di autismo o Asperger, e oggi la stampa quotidiana sembra quasi voler giustificare il talento e l’ossessiva concentrazione di Lionel Messi con una diagnosi di lieve autismo. In questo libro, sotto la regia di Paolo Cornaglia Ferraris, sei scrittori raccontano di neurodiversi, tra cui Wolfgang Amadeus Mozart, Simone Weil, Richard Feynman, da un punto di vista privilegiato: quello di chi avverte percezioni visive, uditive, olfattive, tattili epicritiche e cenestesiche, e persino il dolore fisico e psichico, in modo simile a quanto capita alle persone nello spettro autistico. Infatti, tutti gli autori (Giorgio Gazzolo, Nicola Gomirato, Luca Pani, Claudio Ughetto, Enrico Valtellina e David Vagni) sono Asperger.

Sei personaggi in cerca di autismi, a cura di Paolo Cornaglia Ferraris, Editore LSWR, data di uscita 18/02/2018, pp. 120, 9,90 euro

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: